venerdì 19 novembre 2010

LIBRO Francesco Guccini- Non so che viso avesse. Che fregatura!!

Sarebbe stato serio ed onesto da parte di Mondadori specificare che si tratta sì di una autobiografia di Guccini, ma solo per metà delle pagine, mentre le restanti sono scritte da altro autore che neanche è citato in copertina.
Insomma una mezza truffa per chi si aspetta un libro sostanzioso tutto scritto dal cantautore.
Alla fregatura si somma la delusione leggendo capitoletti scritti con una prosa banalotta e ripetitiva che mi fa male pensare sia farina del sacco del mio amato Guccio e mi rimane speranza che, almeno!, egli non avesse intenzione di pubblicare, non in questo modo raffazzonato!
E' stato coinvolto in un'operazione commerciale a sua insaputa? Hanno messo insieme un'accozzaglia di suoi scritti sparsi senza revisione (quante ripetizioni!!)?? Non mi dite che ha voluto approfittare dei suoi ammiratori pronti a spendere 18 euro per sapere qualcosa in più su di lui. Non mi dite che uno che scrive versi cesellati, con una profonda attenzione alla scelta di ogni vocabolo, possa mettere insieme un'autobiografia così "stitica".
E poi i suoi ammiratori non scopriranno molto di nuovo e solo i più fervidi e più colti potranno godersi le pagine scritte dall'italianista Bertoni che io, fervida ammiratrice sì, ma evidentemente un po' rozzona, ho abbandonato con uno sbadiglio dopo scorsa veloce.
Per chi vuole provare l'esperienza, lo metto tra i miei scambiabili su Anobii

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento